ISOLA CLODIA

Isola Clodia

Arrivati a Ponti di Badia, si attraversa sulla destra il fiume Bruna e si prosegue verso il palude. Su un piccolo rilievo si trovano i resti di una abbazia Benedettina che sorgono su di una precedente villa romana: Villa Clodia.

Anticamente quel piccolo rilievo di terra era un’isola in mezzo al lago Prile e serviva da approdo alle navi etrusche.

Su di essa Clodio fece costruire la sua villa nel I secolo a.C., usandola come "luogo di piacere".

Ad Ovest della collina restano tracce di una strada di accesso, costituita da pietra serena e pietre scistose locali. Ad EST invece la collina tagliata a terrazze circolari, che si presentano rivestite con una tecnica muraria medioevale, ma denotano nella loro forma, l’originaria regolamentazione romana.

Le ore migliori per una visita sono quelle della mattina, quando in questo tratto del palude i colori raggiungono il loro massimo splendore.